La comunicazione – prossemica e voce

La comunicazione avviene tramite 4 canali:

uditivo:

  • linguistico: le parole e il loro significato
  • paralinguistico: il tono, il ritmo, la frequenza

visivo:

  • cinestesico: atti comunicativi espressi dal movimento
  • prossemica: atti comunicativi legati a come si occupa lo spazio
  • mimica: atti comunicativi legati alle espressioni e alle posture
  • aptica: atti comunicativi espressi mediante il contatto tra i corpi

olfattivo: la percezione delle sostanze chimiche volatili

tattile: ovvero il contatto tra i corpi

 

La comunicazione viaggia su 3 livelli:

il verbale: contenuto esplicito, parole

il paraverbale: il supporto su cui la comunicazione si poggia, il tono ed il volume della voce

il non verbale: il linguaggio del corpo e le posture

 

 

Il linguaggio del corpo avviene tramite:

la prossemica: la disposizione del proprio corpo rispetto all’interlocutore (vicino, lontano, di fianco, di dietro)

la cinetica: il movimento complessivo del corpo rispetto all’interlocutore (velocità, traiettoria, coreografia)

l’orripilazione: di alcune parti del mantello (piloerezione)

le posture: l’esposizione complessiva rispetto all’interlocutore (impettito, raccolto, sdraiato, seduto, a pancia all’aria, e il movimento delle parti articolate del corpo, coda, orecchie, fronte, occhi)

 

La prossemica individua lo spazio interposto tra i due individui e si distinguono:

la zona intima: in cui fanno accesso solo i componenti della famiglia

la zona personale: a cui possono fare accesso i familiari meno stretti e gli amici

la zona sociale: per gli individui poco conosciuti o sconosciuti

 

La cinetica

L’avvicinamento diretto e frontale è segno di minaccia,  ma la traiettoria curva invece trasmette un messaggio amichevole.

 

Le posture

Neutra e rilassata, di attenzione, dominante, sottomessa, invito al gioco, della paura, aggressività da paura, aggressività da insicurezza

 

La comunicazione paraverbale nel cane consta di:

abbaio: avvertimento – allarme (significa sappi che io sono qui e serve anche per chiamare in aiuto gli altri della famiglia)

ringhio: smetti di fare quello che stai facendo (intima un messaggio chiaro, smetti di fare quello che stai facendo, è come un NO secco)

uggiolato: sono felice che fai quello che stai facendo (è un messaggio chiaro di consenso, ti chiede di continuare, è come un SI a ciò che fai)

 

 

linguaggio-canino-663x1024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

segnali-1024x791

 

 

 

 

 

 

 

 

 

come-salutare-un-cane-791x1024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

richiesta-di-spazio-791x1024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La comunicazione - Prossemica e voce. Come valuti questo articolo?

View Results

Loading ... Loading ...

 

Marianna Buffa

Marianna Buffa

Educatrice Cinofila Riconosciuta CSEN-CONI Appassionata di cani, ho una tribù a casa, ho fatto volontariato nei rifugi di Palermo e decido di diventare educatrice cinofila.

Potrebbero interessarti anche...