I periodi sensibili

I periodi sensibili del cucciolo sono le fasi in cui impara tanti comportamenti, e in cui sviluppo il suo carattere e sono importantissimi per il futuro rapporto sociale con i simili e non.

Li inventò Konrad Lorenz. Secondo alcune teorie sono sei, secondo altre si fermano al quarto.

Periodo Prenatale: (dal 45° giorno di concepimento alla nascita)

– il cucciolo ha competenze tattili e risponde al gusto al cibo della madre, è sensibile allos tress subito dalla madre.

Periodo Neonatale: (1° e 2° settimana di vita)

– il cucciolo dipende completamente dalla madre;

– cerca fonti di cibo e calore;

– inizia la dipendenza affettiva della madre verso i cuccioli che avviene grazie ai ferormoni di adozione contenuti all’interno del liquido amniotico e assunto dalla madre ingerendo la placenta, esso contiene anche la prolattina che è l’ormone responsabile della produzione del latte;

– il 90% del tempo lo passano a dormire e il 10% a mangiare;

– fase dominata dai riflessi per esempio quello perianale per l’emissione delle feci o la ricerca del capezzolo per cui si orienta verso un gradiente di calore;

– impara che da una azione si può ottenere un risultato;

– nascono ancora incapaci di vedere e ascoltare;

cucciolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Periodi di Transizione: (3° e 4° settimana di vita)

– va dall’apertura degli occhi all’inizio dell’udito;

– nasce lo spirito di indipendenza, la curiosità e la voglia di esplorare;

– avviene l’attaccamento affettivo dei cuccioli alla madre grazie all’ormone apasina o DAP (Dog Appeasing Pherormon) che è il ferormone dell’appagamento;

– iniziano i vocalizzi complessi che servono per la comunicazione;

– inizia l’orientamento visivo

– avviene il processo di imprinting (forma di apprendimento di base) grazie alla quale il cucciolo può conoscere altre specie se presentate a lui in questo periodo di transizione memorizzando l’evento e catalogandole come specie amiche (nè prede, nè predatori) per il resto della sua vita

– inizia l’alternanza veglia/sonno (veglia 35% del giorno)

– in questa fase il cucciolo prende coscienza di sè (che è un cane) ed è il momento ideale per metterlo a contatto con altre specie (gatto, uomo…);

– in questa fase impara i ruoli sociali gerarchici di dominanza e sottomissione;

socializzazione1

 

 

 

 

 

 

 

 

Periodo della Socializzazione: (dalla 4° settimana alla 12° settimana)

– impara a vivere con gli altri, inizia ad allontanarsi dalla madre;

– in questa fase impara la capacità di autocontrollo (il controllo del morso), i sistemi di comunicazione (tattile, uditiva, visiva, olfattiva), l’identificazione con la propria specie (socializzazione primaria), la gerarchizzazione (regole di vita nel gruppo), la socializzazione con l’uomo (socializzazione secondaria);

– si consiglia l’adozione tra l’8° e la 12° settimana di vita

– in questa fase impara a conoscere le forme attraverso l’uso della bocca;

– l’esplorazione, l’uso dell’olfatto, la concentrazione sono attività che portano ad avere apertura mentale e sicurezza in se stessi;

– in questa fase impara a sporcare dove compaiono i loro segnali odorosi, interagire con altri cani, giocano tanto e la fuga e gli attacchi e le zuffe servono per avere poi una buona salute fisica ed un buon comportamento sociale, ad interagire con persone esterne al branco, le prime lotte per la conquista dei posti nella scala gerarchica, l’esplorazione di nuovi ambienti muovendosi a stella, la predisposizione a mordere tipica dell’età che va repressa per evitare si ripeta da adulto, vanno anche corretti i comportamenti aggressivi o di paura eccessiva;

– l’uomo sostituisce la madre e deve quindi avere un atteggiamento materno e coerente (da leader) allo stesso tempo;

– inizia l’apprendimento per prove ed errori (le azioni con esito positivo saranno ripetute, mentre quelle con esito negativo saranno abbandonate);

– va verificato tramite il test di riflesso di trasalimento positivo che il cane non sia sordo (si battono le mani forte e si vede se lui salta in aria);

 

periodi sensibili

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Periodi Giovanile: (dai 3 mesi allo sviluppo sessuale)

– il cucciolo ha raggiunto i due terzi della taglia da adulto

– spuntano i denti permanenti

– si hanno le prime lotte serie per la gerarchia

– in questa fase è ottimo insegnare la pulizia, la sottomissione, la museruola, viaggiare in macchina, il collare/pettorina, il guinzaglio, il proprio spazio per dormire (kennel/cuccia), gli orari di pasti-uscite-riposo-gioco, l’isolamento

– se il padrone è coerente il cane lo vedrà come leader e lo seguirà, se il padrone non è coerente il cane cercherà di detronizzarlo per diventare lui il leader

Età Adulta: (dal completamento sessuale in poi)

– il cane è adulto (se maschio urina con la zampa alzata se femmina dopo il 2° estro)

– ha ottenuto l’affermazione del proprio ruolo gerarchico e svilupperà dei comportamenti atti a mantenerlo

– ha un bagaglio di esperienze che sono la somma di comportamenti innati e comportamenti condizionati (appresi)

 

 

socializzazione-791x1024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I periodi sensibili. come valuti questo articolo?

View Results

Loading ... Loading ...

 

La Neotenia

La teoria della Neotenia sostiene che il cane domestico mantiene anche nell’età adulta alcune caratteristiche infantili psico-fisiche in grado diverso per i diversi tipi di cane.

Gli stadi Neotenia sono 5, o secondo altre teorie 4 avendo compreso nel quarto anche i cani qui descritti nel quinto.

Primo stadio neotenico o neonatale:

rappresenta il cucciolo di lupo fino al primo o secondo mese di vita, testa tonda, orecchie piccole e pendenti, muso corto, fisico tozzo, andatura goffa.

è la descrizione fisica dei molossi: caratterialmente molto legati alla famiglia, intendono il padrone come “mamma” e non come leader, ricercano il contatto fisico, sono ottimi guardiani (il cucciolo a due mesi non è ancora uscito dalla tana), non riconoscono i comportamenti rituali, non sono in grado di porre fine ad un conflitto, quindi spesso usati per i combattimenti.

Le principali razze: Carlino, pechinese, chihuahua, boxer, alano, corso, mastino, i molossi e tutti i grandi bovari.

Secondo stadio neotenico o di socializzazione:

è rappresentato dal lupo al terzo e quarto mese di vita. Orecchie più lunghe ma pendenti, il muso è più allungato e il fisico è più agile ma ancora goffo. Hanno curiosità verso gli stimoli esterni, intuiscono il concetto di gerarchia, e simulano gli atteggiamenti di dominanza e sottomissione, prendono tutto in bocca e lo portano nella tana.

La descrizione fisica è dei braccoidi, sono cani curiosi, affettuosi, giocosi, non sono buoni guardiani, in quanto hanno già abbandonato la tana, non hanno cominciato ad essere territoriali. Intuiscono la gerarchia e i rituali, hanno passione per il cibo è il riporto.

Le razze principali sono i braccoidi e tutti i Retrievers.

 

Terzo stadio neotenico o da paratore:

è rappresentato dal cucciolo di lupo dai quattro ai sei mesi, le orecchie sono erette, muso allungato, andatura agile, seguono gli adulti nella caccia, con il compito di effettuare la parata (sorpassano la preda e le tagliano la strada), conoscono la gerarchia e hanno i comportamenti rituali.

Fanno parte di questo stadio alcuni lupoidi e i pastori conduttori. Sono cani gerarchici è molto collaborativi, desiderosi di apprendere e hanno bisogno di un educatore coerente.

Le principali razze sono il border collie, il pastore belga, il pastore tedesco e tutti i pastori conduttori.

Quarto stadio neotenico o del tallonatore:

Sono i cuccioli di lupo dai sei mesi ai diciotto mesi. Sono atletici, longilinei, andatura agile, seguono la preda mordendola ai garretti, sono indipendenti, fortemente gerarchici, capaci di prendere iniziativa, non riconoscono più l’autorità materna.

Sono i cani nordici da caccia e alcuni levrieri (graioidi), hanno un carattere forte, obbediscono solo se il leader è deciso e coerente, hanno i rituali marcati e ci vuole con loro un educatore esperto.

Le principali razze sono alcuni levrieri, tutti i cani nordici da caccia, due cani da slitta, il samoiedo e l’alaskan malamute.

Quinto stadio neotenico o del lupo adulto:

sono i lupi oltre i diciotto mesi. Non hanno più l’abbaiare, sono grandi predatori, hanno molta iniziativa, sono indipendenti, mirano alla posizione di capo branco.

Sono corridori silenziosi, tendono ad ululare.

Le principali razze sono i levrieri primitivi, azawakh, i cani da slitta, o’husky e il groenlandese, il basenji, gli incroci con i lupi, il lupo cecoslovacco, la maggior parte dei levrieri.

 

 

La neotenia. come valuti questo articolo?

View Results

Loading ... Loading ...