La cinognostica

E’ una branca della zoognostica e studia e classifica i cani in base ai caratteri morfologici, fisici e attitudinali. Valuta le razze canine dal loro fenotipo.

Il concetto di razza

E’ un ampio numero di soggetti accomunati dalle stesse caratteristiche somatiche (fenotipo) e attitudinali (genotipo) trasmissibili ai discendenti. Il genotipo può essere denominatore comune di più razze, mentre il fenotipo caratterizza la singola razza.

Lo standard

Lo standard è la descrizione dei caratteri somatici e psichici di una razza canina.

 

 

Tipi morfologici (Megnin, 1897)

  • Lupoide: testa a forma di piramide, muso allungato, orecchie erette; piccole labbra serrate e le superiori non oltrepassano le inferiori. (pastore tedesco, samoiedo, piccoli e grandi spitz, yorkshire, tutti i cani nordici)

lupoidepiramide

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • molossoide: corpo massiccio e testa tonda o cuboide (brachicefali), mentre le orecchie sono pendenti e le labbra lunghe. (mastini, terranova, san bernardo, alano, carlino, bull dog)

 

molossoidecubo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • braccoide: testa a forma di prisma, muso di uguale larghezza sia all’estremità che alla base, con salto naso frontale (stop) ben marcato e orecchie cadenti. (bracchi, dalmata, maltese, segugi, bassotto, retrievers, tutti i seguci)

braccoideprisma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • graioide: testa a cono allungato e stretta (dolicocefali), muso lungo e sottile, orecchie piccole erette o all’indietro. (tutti i levrieri)


graioidecono

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anacolimorfi: soggetti sproporzionati, arti corti rispetto al tronco, spesso affetti da nanismo (bassotti, sky terrier, shitzu)

Indice corporale: lunghezza tronco x 100 : perimetro toracico: I = (Lx100)/P serve per calcolare il tipo morfologico

Proiezione acondroplastica o acondroplasica: proiezione che non rispetta le proporzioni, si sviluppano di più le ossa piatte rispetto a quelle lunghe (il bassethound è la proiezione acondroplasica del bloodhound)

Proiezione eumetrica: è la proiezione che rispetta le proporzioni (lo shnauzer nano è in proporzione uguale a quello gigante)

 

Denti: disposti su due arcate superiore mascellare e inferiore mandibibolare. La dentatura decidua o da latte è composta da 28 denti mentre quella definitiva da 42 denti. Nella superiore ci sono 6 incisivi, 2 canini, 8 premolari e 4 molari, nella inferiore ci sono 6 incisivi, 2 canini, 8 premolari e 6 molari. Nella decidua mancano i molari. I canini hanno una funzione offensiva, i molari devono triturare le ossa e masticare, gli incisivi devono afferrare  delicatamente, i premolari servono alla masticazione e per recidere il cordone ombelicale.

Chiusure dentali:

  • chiusura a forbice: (quella corretta) gli incisivi dell’arcata superiore sormontano esternamente quelli dell’arcata inferiore
  • chiusura a tenaglia: le due arcate combaciano senza intersecarsi
  • prognatismo: l’arcata inferiore (mandibola) sopravanza quella superiore (mascella). Difetto grave per molte rzze è invece richiesto negli standard di alcuni brachiformi (boxer)
  • enognatismo: l’arcata inferiore (mandibola) è arretrata rispetto alla superiore (mascella). E’ un difetto assoluto perchè con questa chiusura non possono tagliare il cordone ombelicale
  • a forbice rovesciata: gli incisivi dell’arcata inferiore sormontano quelli dell’arcata superiore

 

 

La regione del cranio

La testa è suddivisa in cranio e muso. Il nasion si trova nel punto di incontro tra le ossa frontali e nasali. La lunghezza del cranio si misura dall’occipite allo stop. La testa è:

  • mesocefala se la lunghezza è uguale alla larghezza (indice cefalico = 50)

mesocefalo

 

 

 

 

 

 

 

 

  • brachicefala se la lunghezza è inferiore alla larghezza (indice cefalico > 50) (carlino, pechinese, boxer)

brachicefalo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • dolicocefala se la lunghezza è superiore alla larghezza (indice cefalico < 50) (levrieri, dobermann)

dolicocefalo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I profili della testa sono determinati dalla direzione degli assi cranio facciali:

  • assi cranio facciali convergenti: profilo concavilineo o celoide (boxer, pointer, san bernardo)

assi-convergenti

 

 

 

 

 

 

 

 

  • assi cranio facciali paralleli: profilo rettilineo o ortoide (shnauzer, dobermann, alano)

assi-paralleli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • assi cranio facciali divergenti: profilo convessilineo o cirtoide (bracchi, segugi, borzoi)

assi-divergenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le orecchie

Hanno il padiglione mobile che può orientarsi. Tipi di orecchie:

  • erette (pastore tedesco, samoiedo)
  • semierette (border collie, pastore scozzese)
  • a pipistrello (bouledog francese, boston terrier)
  • ricadenti (airdale terrier)
  • pendule (retrievers e cani da caccia)
  • a rosa (bulldog inglese)

 

Le regioni del tronco

L’altezza è misurata al garrese (spalla). La lunghezza va dall’angolo scapolo omerale esterno (spalla) alla punta dell’ischio (attaccatura della coda).

Si dice iscritto nel quadrato quando l’altezza al garrese corrisponde alla lunghezza del tronco. (A=L)

Si dice iscritto nel rettangolo quando la lunghezza è superiore all’altezza (L>A)

La conformazione quadrata è tipica dei cani galoppatori (boxer) mentre la rettangolare è dei trottatori (pastore tedesco).

I trottatori hanno grande velocità. I galoppatori hanno bassa velocità.

Le andature:

  • il passo: andatura per bipede trasversale (anteriore destro e posteriore sinistro) in 4 battute. Può essere: ordinario, l’orma del posteriore copre quella dell’anteriore (pastore scozzese), allungato, l’orma del posteriore supera quella dell’anteriore (pastore tedesco), raccorciato, l’orma del posteriore non arriva a quella dell’anteriore (fox terrier, airedale terrier)
  • il trotto: andatura intermedia tra passo e galoppo a 2 battute
  • il galoppo: andatura a 3 battute, elevata instabilità nell’equilibrio
  • il salto: in verticale (in alto) e in orizzontale (in lungo) in 3 tempi

 

 

Difetti di andatura

  • ambio: andatura per bipede parallelo (anteriore destro e posteriore destro)
  • single tracking: tipica dei cani da traino, è economica
  • kanter: difetto nel trotto con sospensione di arti incrociati

Gli appiombi

Si osservano di profilo, di fronte e da dietro. Si immagina un filo a piombo che parte dalla spalla e si dicono:

  • corretti se l’arto è sull alinea del filo
  • cagnoli se l’arto anteriore guarda verso l’interno
  • mancini se l’arto anteriore guarda verso l’esterno
  • cagnoli sul posteriore se gli arti posteriori si avvicinano
  • vaccini se gli arti posteriori tendono all’esterno

La linea dorsale

  • profilo convesso del dorso: galoppo velocissimo (levrieri)
  • profilo rettilineo del dorso: trottatori

Difetti del dorso

  • cifosi: curva convessa, linea dorsale inarcata
  • lordosi: avvallamento, insellamento

 

La cinognostica. Come valuti questo articolo?

View Results

Loading ... Loading ...

 

La domesticazione

Il cane è un carnivoro e appartiene alla famiglia dei canidi, che presenta le seguenti caratteristiche:

  • cranio largo
  • muso lungo e stretto
  • mascelle possenti
  • denti adatti ad uccidere la preda, masticarne la carne e triturarne le ossa
  • regime di tipo carnivoro, ma a tendenza onnivora
  • membra lunghe forgiate per la corsa digitigrada
  • accoppiamento una volta l’anno
  • gestazione di due mesi
  • si contano 11 generi

 

Genere Canis

Comprende più specie: lo sciacallo, il coyote, il lupo, il cane domestico, i cani semi liberi, i cani parìa, il dingo e i randagi.

 

La domesticazione

L’animale domestico socializza con l’uomo e non lo considera come una preda e non lo teme.

Sono stati necessari diverse migliaia di anni per completare la sua domesticazione.

L’animale selvatico ha a poco a poco perso la sua prudenza e diffidenza verso l’uomo e ha diminuito la sua aggressività nel difendere la preda conquistata cosa che ha permesso di usarlo per la caccia.

Il controllo della riproduzione è il vero punto di partenza dell’addomesticamento del lupo.

Le relazioni tra uomo e lupo si basano su interessi reciproci.

La domesticazione ebbe inizio più di 100.000 anni fa.

 

 

Effetti della domesticazione

scheletro: diminuzione di taglia e peso del cervello e di conseguenza del cranio, accorciamento del muso, apparizione degli speroni, ossa più fragili del lupo

aspetto: orecchie pendenti, aumento del numero di colori, occhi arrotondati

cervello: diminuzione dal 20% al 30% del peso del cervello

espressione vocale: scomparsa dell’ululato e comparsa dell’abbaio

espressione corporea: persistenza del gioco anche da adulto

regime alimentare: adattamento da carnivoro ad onnivoro

riproduzione: estro da 1 a 2 volte l’anno

comportamento: aumento della docilità

 

Cos’è una razza canina

“Una razza è costituita da un insieme di individui di una stessa specie aventi in comune uno stesso tipo ereditario che ingloba caratteri morfologici, fisiologici e psichici. Per certe razze in funzione della taglia o della natura o del colore delle fanere si potranno riconoscere diverse varietà all’interno della razza considerata.” (Thèret)

L’aspetto esteriore dei primi cani preistorici sarebbe quello degli attuali spitz.

Nel 1800 vengono create le società cinofile per registrare gli standard di razza e controllare l’allevamento.

L’eccessiva ricerca dell’ipertipo minaccia molte razze perchè porta a problemi di salute (muso corto, taglia toy, i merle, eccesso di pelle, eccesso di peso, acondroplasia, displasia, il gigantismo, cani nudi, senza coda etc..)

Il cane è stato addomesticato per diventare:

  • cane da difesa del gregge
  • cane conduttore del gregge
  • cane da punta
  • cane da difesa (di proprietà o beni)
  • cane da muta
  • cane da ferma
  • cane da cerca
  • cane da riporto
  • cane da corsa
  • cane da combattimento
  • cane da slitta
  • cane da utilità
  • cane guida

lupoide

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La domesticazione. Come valuti questo articolo?

View Results

Loading ... Loading ...